Cosa fare se il pulsante Start in Windows 10 non è riuscito

Una sessione in Windows inizia spesso con il pulsante Start e il suo errore diventerà un problema serio per l'utente. Pertanto, è importante sapere come ripristinare la funzione del pulsante. E puoi persino aggiustarlo senza reinstallare il sistema.

Il contenuto

  • Perché in Windows 10 non funziona il menu Start
  • Metodi per ripristinare il menu Start
    • Risoluzione dei problemi con il menu di avvio Risoluzione dei problemi
    • Ripara Esplora risorse
    • Risoluzione dei problemi con l'editor del registro
    • Correzione del menu Start tramite PowerShell
    • Creazione di un nuovo utente in Windows 10
    • Video: cosa fare se il menu Start non funziona
  • Se nulla aiuta

Perché in Windows 10 non funziona il menu Start

Le cause di fallimento possono essere le seguenti:

  1. Danni ai file di sistema di Windows responsabili del componente Esplora risorse.
  2. Problemi con il registro di Windows 10: le voci importanti che sono responsabili del corretto funzionamento della barra delle applicazioni e del menu Start sono state ottimizzate.
  3. Alcune applicazioni che hanno causato conflitti a causa di incompatibilità con Windows 10.

Un utente inesperto può causare danni eliminando accidentalmente file di servizio e record di Windows o componenti dannosi ottenuti da un sito non verificato.

Metodi per ripristinare il menu Start

Il menu Start in Windows 10 (e in qualsiasi altra versione) può essere corretto. Considera alcuni modi.

Risoluzione dei problemi con il menu di avvio Risoluzione dei problemi

Effettuare quanto segue:

  1. Scarica ed esegui l'applicazione per la risoluzione dei problemi del menu Start.

    Scarica ed esegui l'applicazione per la risoluzione dei problemi del menu Start.

  2. Fare clic su "Avanti" per avviare la scansione. L'applicazione controllerà i dati del servizio (manifestazione) dei programmi installati.

    Attendere fino a quando non vengono rilevati problemi con il menu principale di Windows 10

Dopo aver controllato l'utilità risolverà i problemi riscontrati.

Menu di avvio La risoluzione dei problemi ha trovato e risolto i problemi

Se non vengono identificati problemi, la domanda segnalerà la loro assenza.

Menu di avvio La risoluzione dei problemi non ha rilevato problemi con il menu principale di Windows 10

Succede che il menu principale e il pulsante "Start" continuano a non funzionare. In questo caso, chiudere e riavviare Windows Explorer, seguendo le istruzioni precedenti.

Ripara Esplora risorse

Il file "explorer.exe" è responsabile del componente "Esplora risorse". Con errori critici che richiedono una correzione immediata, questo processo potrebbe riavviarsi automaticamente, ma questo non è sempre il caso.

Il modo più semplice è il seguente:

  1. Premi e tieni premuti i tasti Ctrl e Shift.
  2. Fare clic con il tasto destro su uno spazio vuoto sulla barra delle applicazioni. Nel menu di scelta rapida, seleziona "Esci da Explorer".

    Il comando con i tasti di scelta rapida Win + X aiuta a chiudere Windows 10 Explorer

Il programma explorer.exe si chiude e scompare la barra delle applicazioni e le cartelle.

Per riavviare explorer.exe, effettuare le seguenti operazioni:

  1. Premere la combinazione di tasti Ctrl + Maiusc + Esc o Ctrl + Alt + Canc per avviare Task Manager di Windows.

    Una nuova attività per Windows Explorer è l'avvio di un programma regolare.

  2. Nel task manager, fare clic su "File" e selezionare "Esegui nuova attività".
  3. Seleziona explorer nel campo "Apri" e fai clic su OK.

    L'accesso a Explorer è lo stesso in tutte le moderne versioni di Windows

Esplora risorse dovrebbe visualizzare una barra delle applicazioni con un avvio valido. In caso contrario, effettuare le seguenti operazioni:

  1. Ritorna al task manager e vai alla scheda "Dettagli". Individua il processo explorer.exe. Fai clic sul pulsante "Cancella attività".

    Trova il processo explorer.exe e fai clic sul pulsante "Cancella attività".

  2. Se la memoria occupata raggiunge 100 MB o più di RAM, allora ci sono altre copie di explorer.exe. Chiudi tutti i processi con lo stesso nome.
  3. Esegui nuovamente l'applicazione explorer.exe.

Osservare per qualche tempo il lavoro di "Start" e il menu principale, il lavoro di "Windows Explorer" in generale. Se riappaiono gli stessi errori, sarà utile un rollback (ripristino), l'aggiornamento o il ripristino di Windows 10 alle impostazioni di fabbrica.

Risoluzione dei problemi con l'editor del registro

L'editor del registro, regedit.exe, può essere avviato utilizzando il Task Manager di Windows o il comando Esegui (la combinazione Windows + R visualizza la riga di esecuzione dell'applicazione, generalmente avviata dal comando Avvia / Esegui quando il pulsante Start funziona correttamente).

  1. Esegui la riga "Esegui". Nella colonna "Apri", inserisci il comando regedit e fai clic su OK.

    Esecuzione del programma in Windows 10 avviata da string start (Win + R)

  2. Passare alla cartella del Registro di sistema: HKEY_CURRENT_USER Software Microsoft Windows CurrentVersion Explorer Advanced
  3. Controlla se il parametro EnableXAMLStartMenu è a posto. In caso contrario, selezionare "Crea", quindi "Parametro DWord (32 bit)" e assegnargli questo nome.
  4. Nelle proprietà di EnableXAMLStartMenu, impostare il valore zero nella colonna corrispondente.

    Un valore pari a 0 reimposterà il pulsante Start alle sue impostazioni predefinite.

  5. Chiudi tutte le finestre facendo clic su OK (dove c'è un pulsante OK) e riavvia Windows 10.

Correzione del menu Start tramite PowerShell

Effettuare quanto segue:

  1. Avvia un prompt dei comandi facendo clic su Windows + X. Seleziona "Prompt dei comandi (Amministratore)".
  2. Passare alla directory C: Windows System32 . (L'applicazione si trova in C: Windows System32 WindowsPowerShell v1.0 powershell.exe.).
  3. Immettere il comando "Get-AppXPackage -AllUsers | Foreach {Add-AppxPackage -DisableDevelopmentMode -Register" $ ($ _. InstallLocation) AppXManifest.xml ".

    Il comando PowerShell non è mostrato, ma deve essere inserito per primo

  4. Attendere fino al completamento dell'elaborazione dei comandi (sono necessari alcuni secondi) e riavviare Windows.

Il menu Start funzionerà al prossimo avvio del PC.

Creazione di un nuovo utente in Windows 10

Il modo più semplice è creare un nuovo utente tramite la riga di comando.

  1. Avvia un prompt dei comandi facendo clic su Windows + X. Seleziona "Prompt dei comandi (Amministratore)".
  2. Immettere il comando "net user / add" (senza parentesi angolari).

    La variabile Utente netto esegue il comando per registrare un nuovo utente in Windows

Dopo alcuni secondi di attesa, a seconda della velocità del PC, termina la sessione con l'utente corrente e accedi con il nome di quello appena creato.

Video: cosa fare se il menu Start non funziona

Se nulla aiuta

Ci sono casi in cui nessun modo per riprendere l'operazione stabile del pulsante Start ha aiutato. Il sistema Windows è così danneggiato che non solo il menu principale (e l'intero "Explorer") non funziona, ma è anche impossibile accedere con il proprio nome e anche in modalità provvisoria. In questo caso, le seguenti misure aiuteranno:

  1. Controllare tutte le unità, in particolare il contenuto dell'unità C e della RAM, per i virus, ad esempio Kaspersky Anti-Virus con scansione approfondita.
  2. Se non sono stati rilevati virus (anche utilizzando tecnologie euristiche avanzate): eseguire una riparazione, aggiornare (se vengono rilasciati nuovi aggiornamenti di sicurezza), eseguire il rollback o ripristinare Windows 10 alle impostazioni di fabbrica (utilizzando un'unità flash USB di installazione o un DVD).
  3. Verifica la presenza di virus e copia i file personali su supporti rimovibili, quindi reinstalla Windows 10 da zero.

È possibile ripristinare i componenti e le funzioni di Windows, inclusa la barra delle applicazioni del menu Start, senza reinstallare l'intero sistema. Quale modo di scegliere - l'utente decide.

I professionisti non reinstallano mai il sistema operativo: lo fanno in modo così abile da poter lavorare su Windows 10, una volta installato, fino a quando non viene interrotto il supporto ufficiale degli sviluppatori di terze parti. In passato, quando i compact disc (Windows 95 e precedenti) erano rari, il sistema Windows veniva "ripristinato" da MS-DOS, ripristinando i file di sistema danneggiati. Naturalmente, il ripristino di Windows in 20 anni è andato molto più avanti. Con questo approccio, è ancora possibile lavorare oggi - fino a quando il disco del PC non funziona o non ci sono programmi per Windows 10 che soddisfano le esigenze moderne delle persone. Quest'ultimo può accadere in 15-20 anni - con il rilascio delle seguenti versioni di Windows.

Avviare un menu di avvio non riuscito è facile. Ne vale la pena: riattivare urgentemente Windows a causa di un menu principale non funzionante non è necessario.