Microsoft ha lasciato gli utenti di Windows 7 con vecchi PC senza aggiornamenti.

Rilasciato nel 2009, il sistema operativo Windows 7 continuerà a ricevere aggiornamenti fino al 2020, ma solo i possessori di PC relativamente nuovi possono installarli. Gli utenti di computer basati su processori precedenti a Intel Pentium 4 dovranno accontentarsi di aggiornamenti esistenti, secondo ComputerWorld.

Ufficialmente, Microsoft non ha segnalato la cessazione del supporto per PC obsoleti, ma già ora un tentativo di installare nuovi aggiornamenti su di essi si traduce in un errore. Il problema, come si è scoperto, è nel set di comandi del processore SSE2, necessari per il funzionamento delle ultime "patch", ma non supportati dai vecchi processori.

In precedenza, ricordiamo, Microsoft ha vietato ai suoi dipendenti di rispondere alle domande dei visitatori del forum di supporto tecnico su Windows 7, 8.1 e 8.1 RT, vecchie versioni di Office e Internet Explorer 10. Da ora in poi, gli utenti dovranno trovare soluzioni ai problemi con questo software.

Guarda il video: Come aggiornare gratis a Windows 10 (Novembre 2019).